Tuk-Tuk a Bangkok: Trasporti in Thailandia

con 2 commenti

Se state organizzando un viaggio in Thailandia non potete non mettere in conto di imbattervi nel famoso tuk tuk, tipico mezzo di trasporto presente soprattutto tra le strade della capitale Bangkok. Con questo articolo vi darò alcune dritte per evitare di sprecare i vostri Baht e soprattutto il vostro tempo.

► LEGGI il Diario di Viaggio della Thailandia del sud.



Il Tuk-tuk: Tipico mezzo di trasporto in Thailandia

Ci sono svariati modi per muoversi per Bangkok ma di certo la maniera più caratterestica è utilizzare il tuk-tuk, il mezzo di trasporto che qui nella capitale della Thailandia è arrivato ad essere uno dei simboli cittadini.

Cos’è il Tuk-Tuk: uno dei simboli di Bangkok

Tuk Tuk (Tuktuk) Trasporti Bangkok Thailandia Il Tuk-Tuk è un pittoresco taxi a tre ruote utilizzato in Thailandia e prevalentemente a Bangkok, di cui può essere considerato un simbolo cittadino. Il nome deriva molto probabilmente dal rumore del motore generalmente a due tempi di estrazione motociclistica. Di stessa estrazione è anche l’impostazione di guida, infatti nel piccolo abitacolo destinato al guidatore è presente un manubrio anziché un volante automobilistico (tratto da Wikipedia) .

In realtà la prima cosa che viene in mente alla vista di questo particolare mezzo di trasporto è un’Ape Piaggio, allestita in modo da diventare una trappola per turisti. Sul lato posteriore infatti, anzichè il classico spazio per il trasporto di merci che siamo abituati a vedere, troviamo delle sedute per i passeggeri di turno. Una volta saliti sul tuk-tuk torneranno alla vostra memoria molte delle preghiere che da piccoli vi sono state insegnate. No, non sarete in preda ad una crisi mistica, ma si tratta di semplice istinto di sopravvivenza dal momento in cui il conducente comincerà a districarsi nel traffico di Bangkok con manovre spesso al limite della sicurezza.

Se avete intenzione di muovervi molto in tuk-tuk vi consiglio di seguire l’esempio del conducente immortalato nella foto sottostante ed indossare una mascherina per lo smog. Vi troverete spesso imbottigliati nel traffico con i tubi di scarico delle auto a pochi centimetri da voi.

Tuk-Tuk-Bangkok-Thailandia-trasporti
Trasporti in Thailandia | Conducente di Tuk-Tuk a Bangkok

Vale comunque la pena farci un giro anche perché con un paio di accorgimenti rimane il metodo più economico e veloce per muoversi in città.



Consigli utili per muoversi in Tuk-Tuk a Bangkok

per fare in modo che il tuk-tuk non si trasformi da mezzo di trasporto a trappola per turisti è meglio osservare alcune semplici regolette:

CONTRATTARE SEMPRE!

Per una corsa in Tuk-tuk vi chiederanno una cifra che potrà essere tranquillamente dimezzata. Noi stranieri siamo visti letteralmente come dei bancomat con le gambe da cui prelevare a piacimento.. anche se parliamo davvero di una manciata di € contrattare può essere divertente e non ci farà sentire di essere stati fregati.

NO STOPS!

Non fidatevi dei conducenti di Tuk-tuk che per una manciata di Baht si offriranno di portarvi anche in capo al mondo, vi condurranno prima in negozi dove ricevono delle percentuali dai negozianti sul venduto dei clienti che riusciranno a portare. Quindi quando il prezzo si abbassa troppo meglio specificare sempre che non avete intenzione di fare fermate intermedie in giro per Bangkok.

CHIUSO PER PREGHIERA!

Un altro trucchetto adottato dai conducenti di Tuk-tuk, che ci siamo trovati a dover fronteggiare, è il “chiuso per preghiera”. Quando chiederete delle indicazioni stradali o di essere accompagnati ad una determinata attrazione, con questa scusa vi proporranno un itinerario alternativo, logicamente con fermate nei negozi come appena descritto.



In Tuk-Tuk a spasso per Bangkok

Vi lascio con gli scatti effettuati a bordo del Tuk Tuk per le trafficate strade di Bangkok:

Tuk Tuk Bangkok Thailandia
Trasporti in Thailandia | Nel traffico di Bangkok con il Tuk-Tuk

 

Tuk Tuk Bangkok Thailandia
@@@@@@@@@@@ Passeggeri del Tuk-Tuk allo specchio – © Alfredo Cipullo 2010 @@@@@@@@@@@ Nikon D3000 – AF-S DX Zoom 18-55 f/3.5-5.6G ED II: ISO 100 55mm f/5,6 1/60

 

Tuk Tuk Bangkok Thailandia
@@@@@@@@@@@@@@@@@@ Cavi a Bangkok – © Alfredo Cipullo 2010 @@@@@@@@@@@@@@@@@@ Nikon D3000 – AF-S DX Zoom 18-55 f/3.5-5.6G ED II: ISO 200 26mm f/5,6 1/1250

 

Tuk Tuk Bangkok Thailandia
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ Dettagli del Tuk-Tuk @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ Canon 550D – EF-S 18-55 f/3.5-5.6 IS: ISO 100 55mm f/5,6 1/80

 

Tuk Tuk Bangkok Thailandia
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ Conducente del Tuk-Tuk @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ Canon 550D – EF-S 55-200 f/4-5.6 IS: ISO 100 96mm f/5,6 1/160

 

Tuk Tuk Bangkok Thailandia
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ Tuk-Tuk… Cargo @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ Canon 550D – EF-S 55-200 f/4-5.6 IS: ISO 100 55mm f/5,6 1/80



Se a Bangkok o in altre località della Thailandia volete muovervi con mezzi di trasporto alternativi e la vostra scelta è caduta sul Tuk-Tuk, ora siete ben preparati.

Segui Alfredo Cipullo:

Fin da bambino la geografia mi ha sempre affascinato e ad oggi definirmi amante dei viaggi sarebbe scontato e riduttivo. La fotografia invece è una passione incontrata in età adulta e che vorrei continuare a coltivare negli anni. Adoro cominciare a studiare un luogo partendo dalla sua mappa, immaginarmi un itinerario e fotografarlo mentalmente prima ancora di catturare le immagini con la mia reflex. D'altra parte come diceva un certo Walt Disney. "Se puoi sognarlo, puoi farlo"

2 Risposte

  1. enzo
    | Rispondi

    è esattamente quanto ho provato anni addietro.
    le curve fatte su due ruote è stata un’esperienza “rischiosa” ma emozionante!

    • Alfredo
      | Rispondi

      Eh già Enzo, un goro in tuk-tuk per Bangkok è un qualcosa che non si dimentica 😉

Lascia una risposta